Non ti va di leggere? Prova ad ascoltare l'articolo in modalità audio 🎧
Chiunque abbia lavorato in un contesto dove gruppi di persone tentano di portare a termine dei compiti ha sperimentato la differenza fra un progetto che è ben strutturato e gestito ed uno che non lo è. Non importa quanto il team sia eccellente, non importa quanto l’idea sia fantastica, o quante risorse l’azienda ci abbia investito, se dietro le quinte non c’è un solido project management a tessere i fili, il progetto può diventare troppo complicato, più lento di quanto atteso, ed a volte persino rischiare di non essere portato a termine. Anche se può sembrare qualcosa di cui si può fare a meno il project management è un asset fondamentale dell’azienda ed è una competenza fondamentale, che l’HR dovrebbe cercare nelle persone che assume.

Che cosa significa essere un buon project manager?

Ci sono numerose abilità che un buon project manager deve possedere. Vanno dalla leadership alla comunicazione, dal risk management al time management, dal problem solving alla organizzazione e capacità di focalizzazione, dal pensiero critico al coraggio, dall’adattabilità all’empatia, dalla risoluzione dei conflitti alla negoziazione. Un project manager deve essere capace non solo di capire ciò che deve essere fatto per raggiungere un obiettivo ma anche di mettere insieme il giusto team e di motivarlo. Deve essere capace di cambiare direzione quando incontra un ostacolo insormontabile e di perseverare quando è necessario. Deve essere un problem solver ma anche essere capace di riconoscere i propri limiti e di chiedere aiuto quando non è in grado di trovare una soluzione da solo. Queste naturalmente sono abilità che si possono apprendere, facendo corsi e con tanta pratica, ma un buon project manager deve essere in grado di combinarle tutte. Il risultato di questa combinazione è qualcosa di unico, che chiamiamo competenze di project management.

Perché le competenze di project management sono essenziali per un’azienda

Dire che il project management è una competenza essenziale per un’azienda è abbastanza ovvio. E naturalmente è vitale per un’azienda assumere persone che la possiedono. Ma se cambiamo il nostro punto di vista, ci rendiamo conto che il project management in quanto competenza è in realtà essenziale non solo per i project manager ma per chiunque all’interno dell’azienda (e anche – allargando la nostra prospettiva – per la società intera, dato che ci stiamo muovendo verso quella che si potrebbe chiamare “un’economia del progetto”). Arriverà infatti per tutti il momento in cui si troveranno a dover gestire un progetto, per quanto piccolo. Per questa ragione il project management è una qualità essenziale per chiunque voglia svolgere il suo lavoro nel modo migliore possibile. Questa è la ragione per cui sempre più organizzazioni richiedono che tutti, non solo i project manager ufficiali, possiedano e/o imparino queste abilità. E per questo una qualche formazione di project management viene paradossalmente sempre più offerta a persone che non sono project manager rispetto a quelle che lo sono.

Competenze da project manager per i non project manager

A parte le succitate abilità, i veri project manager portano a termine il loro lavoro imparando come incorporandovi nuovi tool, processi e tecniche. Questo può essere estremamente utile ai professionisti che, per qualunque ragione, debbono imparare ed applicare competenze di project management alla loro organizzazione. Chiunque, dai team leader ai product manager, dagli iT manager agli analisti, può beneficiare di questo tipo di training e dovrebbe intraprendere un simile percorso, dato che le abilità di project management dovrebbero essere parte integrante del background culturale di ogni professionista. Anche se non hai mai avuto l’opportunità di applicare attivamente queste abilità, imparare queste competenze ti sarà di grande beneficio. Per esempio, potresti essere uno dei componenti di un team di project management, dunque sebbene non ti sarebbe richiesto di prendere decisioni autonome imparare la terminologia, le tecniche chiave e i principali problemi che un project manager potrebbe incontrare, come anche applicare i protocolli di comunicazione e comprendere i ruoli e le esigenze degli altri membri del team potrebbe migliorare enormemente il modo in cui le cose vengono fatte e il modo in cui tu in prima persona le porti a termine.
Articolo aggiornato il: 09 agosto 2023
Talent Garden
Scritto da
Talent Garden, Digital Skills Academy

Continua a leggere

Social Collaboration: ripensare i modelli organizzativi con le persone al centro dell’impresa

La social collaboration è il pezzo mancante nell’evoluzione delle organizzazioni: un approccio basato sulle tecnologie ...

Coding per bambini: perché è una buona idea

Computer, smartphone, tablet, Smart TV... Quasi tutti gli oggetti che usiamo oggi si basano su una qualche forma di ...

Guida al Referral Program per il Coworking: cos'è e come sfruttarlo

Il Referral Program è un’iniziativa pensata per ampliare ancora di più la nostra community di innovatori digitali, ...

I Project Work di Innovation Management

Il Master in Innovation Management è da sempre un trampolino di lancio per menti imprenditoriali e visionarie ...